Press "Enter" to skip to content

Via Salomone, De Corato: ‘Bene sgombero, sia solo inizio’

Sgomberato in via Salomone 36 un appartamento occupato illecitamente da anni da parte di un uomo che sembrerebbe essere coinvolto nel racket delle occupazioni abusive. Spero che questo sia solo l’inizio, visto che la situazione nelle case Aler è al limite. Anche le cantine sono ormai adibite illegalmente a dormitorio. Come dimostrato dagli episodi di cronaca locale, in particolare nei municipi 2 e 4 dove, in poco più di due settimane si sono verificati due incendi negli scantinati di palazzi Aler.

È quanto dichiarato da Riccardo De Corato, assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia che denuncia anche altri fatti accaduti recentemente in diversi Municipi del capoluogo lombardo.

La notte dell’11 gennaio si è sviluppato un rogo nelle cantine del palazzo in piazza Insubria 3, zona Calvairate, Municipio 4, mentre ieri mattina è successo altrettanto in via Celentano, zona Cimiano, municipio 2. Il 21 gennaio, invece, sono stati sgomberati un appartamento e gli scantinati di un altro condominio Aler in via Zamagna, zona San Siro, Municipio 7. L’abitazione era stata occupata abusivamente da un uomo che aveva accolto con se quattro giovanissimi egiziani ed aveva sistemato altri due egiziani e due croati nelle cantine, in un mini-appartamento, ovviamente, sempre abusivo. Si liberino dunque, non solo gli appartamenti occupati abusivamente, ma anche le cantine che lo sono. Ne va, come dimostrato da quanto accaduto in zona Calvairate e zona Cimiano, anche della sicurezza dei residenti.

Conclude l’Assessore.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.