Test sierologici scuola

Scuola, test sierologici: in Lombardia quasi il 50% dei docenti non ha fatto il test


TTS Demo

Anche in Lombardia vi è stata partecipazione non omogenea del personale scolastico nonostante non vi siano state difficoltà per i medici di famiglia nel somministrare i test sierologici. È quanto emerso dalle verifiche de Ilfattoquotidiano.it a una settimana dall'inizio della campagna di test sierologici in vista dell’inizio dell’anno scolastico.

A macchia di leopardo l’adesione dei docenti alla campagna di test sierologici:. in Lombardia quasi il 50% dei docenti ha rifiutato di partecipare alla campagna sierologica (o non è riuscito a registrarsi). Un gesto di irresponsabilità che metterà sicuramente a rischio l'apertura della scuola? Ad ogni modo, a dare invece un quadro positivo è Paola Pedrini, il nuovo segretario regionali della Federazione Medici di Famiglia (sezione Lombardia).

Da noi la partita dei test sierologici è stata gestita in gran parte dalle Asl. Non c’è stato alcun problema sia nella distribuzione dei kit ai medici che hanno aderito sia per quanto riguarda i dispositivi di protezione.

Ma i dati parlano chiaro e nel pomeriggio di venerdì 4 settembre sono stati resi noti i primi numeri: sono 56.953 gli insegnanti e operatori scolastici non docenti che si sono sottoposti al test sierologico. Di questi 2.723 sono risultati positivi e si sono sottoposti al tampone con grande senso di responsabilità.

È quanto reso noto da Regione Lombardia, che però spiega anche che per il test dei 206.687 docenti non si sono registrati ben 98.470.

Che dire, verranno davvero sostituiti con chi percepisce il reddito di cittadinanza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *