Sciopero generale trasporti

Sciopero generale trasporti: a rischio metro, bus e tram


iSpeech

L’agitazione nazionale -indetta da Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisa-Cisal e Fast Confsal per protestare contro le proposte europee di nuove norme sui tempi di guida e di riposo per il personale dei servizi di trasporto passeggeri a lunga percorrenza- ha durata di 4 ore, con modalità che variano da città a città. A Milano mezzi a rischio dalle 8.45 alle 12.45.

Si prevedono disagi per tutti quelli che si spostano sui mezzi pubblici: lo sciopero generale proclamato dalle diverse sigle sindacali è di quattro ore, le cui modalità variano da città a città. Nel capoluogo lombardo a rischio metro, tram e bus: il personale viaggiante e di esercizio di Atm può fermarsi dalle 8.45 alle 12.45.

Ma tali disagi non sono limitati a Milano: lo sciopero coinvolge le linee sub-affidate alla società Autoguidovie. Possibili ritardi e cancellazioni per le linee 201, 220, 222, 230, 328, 423, 431, 433. Sono invece garantite le partenze dai capolinea dalle 5.30 alle 8.29 e dalle 12.30 a fine servizio.

Disagi anche a Como, sulla funicolare Como–Brunate: il personale viaggiante potrebbe aderire all'agitazione dalle 8.45 alle 12.45. Lo sciopero coinvolge anche la linea 965 sub-affidata alla società Star, che collega Pioltello con Milano. La linea potrebbe subire ritardi e cancellazioni dalle ore 18 alle 22. Ma la società ha già comunicato che sono garantite le corse in partenza dai capolinea dalle ore 5.45 alle 17.50 e le ultime partenze da Pioltello alle 22.30 e da Milano alle 23.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *