Paragone? Quale espulsione: lui nuovo leader del vero M5S?


Text to Speech Demo

Avevo già accennato di come il M5S si stesse suicidando nel fare un governo col piddì. Ora ne è convinto anche Gianluigi Paragone, uno dei più popolari membri del movimento -nonché popolare giornalista- che rischia di essere espulso per aver ricordato le radici anti-sistema dei cinquestelle.

Ma secondo le sue parole riportate anche da Open, non è il solo a pensarla così. E sui social è stato il primo fra i politici che sono più cresciuti nel mese di dicembre 2019, segno che -a mio parere- sarà lui il prossimo capo politico del M5S -o di altro partito et similia.

Posso solo dire che non sono isolato. C’è una parte del Movimento che mi scrive, mi sprona.

Queste le sue parole, che raccontano perfino che a perderci di più saranno l'attuale capo politico del M5S, Luigi Di Maio, e il Fondatore Beppe Grillo.

Insomma, vedremo la rinascita del Movimento a guida di Paragone?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *