Press "Enter" to skip to content

Milano, Soldani (FdI) lancia ‘IncludiMI!’ e si candida al Municipio 2

Manca poco meno di un mese alle elezioni amministrative di Milano del 3 e 4 ottobre 2021 e nella lista di Fratelli d’Italia al Municipio 2 si candida Davide Soldani, già consigliere nel direttivo di una nota associazione lombarda sull’autismo, giornalista e sistemista per una rispettabile società di informatica. Ed in concomitanza della candidatura per la zona 2 di Milano, Soldani ha deciso di lanciare IncludiMI!, petizione su change.org rivolta al candidato sindaco Luca Bernardo per sensibilizzare l’inclusione dei residenti più fragili come anziani e disabili nei progetti della futura giunta comunale milanese.

Ricordiamo che a gennaio Soldani aveva già lanciato una petizione online sull’inclusione attraverso la pagina Facebook Noi per l’Autismo, intitolandola «Noi da sempre in lockdown!», più inclusione per le donne, l’autismo e la disabilità, petizione che ha riscosso un notevole successo arrivando ad oltre 20 mila firme, portando per la prima volta in Lombardia all’istituzione del Garante per i diritti delle persone con disabilità.

Ma il Municipio 2 non è una zona facile: una sfida quindi non facile per Soldani e per il partito di Giorgia Meloni. A riguardo è intervenuto proprio Davide Soldani, che ci ha rilasciato alcune dichiarazioni sulla sua candidatura.

“Non è una campagna elettorale facile, visti i tempi molto ristretti. Ma è una cosa che volevo fare per dare voce alle persone più fragili ignorate dalla Giunta Sala”, dice Soldani. “In un contesto come quello che stiamo vivendo, ignorare i cittadini più in difficoltà può diventare perfino pericoloso con il passare del tempo perché si rischia di favorire comportamenti che andrebbero contro la minima decenza, e naturalmente contro la costituzione italiana e la convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità”.

Queste le parole di Soldani, che conclude con un ultimo punto.

“A prescindere dalla candidatura, la petizione IncludiMI! continuerà ad andare avanti perché nasce per sensibilizzare qualunque giunta comunale salga al governo di Milano”.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.