Lombardia, fotovoltaico a terra? ‘Meglio sui tetti’

Riprendiamo un articolo di qualche giorno fa relativo al fotovoltaico e all’agricoltura ad alto rendimento. In realtà esiste un metodo ancora più conveniente: come sempre ce ne parla Davide Soldani, coordinatore del Movimento dei Genitori di Milano.

Esiste un altro metodo che potrebbe quasi escludere l’installazione a terra di impianti fotovoltaici: l’installazione dei pannelli sui tetti degli edifici, anche su quelli condominiali. Certo servirebbero dei forti incentivi… L’idea mi era venuta anni fa, quando ancora il fotovoltaico era una novità, ma ora sta diventando una necessità soprattutto ambientale.

A tal proposito, abbiamo contattato un amico di vecchia data di Davide Soldani, il Dott. Marcello Zorzi, laureato in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente con un master in Gestione e Conservazione della Fauna, che ci ha fornito alcune sue parole sull’argomento.

Sarebbe sempre meglio utilizzare fonti il più diffuse possibile. I tetti delle case, ad esempio, potrebbero fornire superfici da utilizzare a favore del fotovoltaico, permettendo così di ottimizzare e sfruttare al meglio aree fino ad ora inutilizzate. Questo, insieme all’agricoltura ad alto rendimento, consentirebbe di allentare la pressione antropica sulle zone agricole consentendo a parte di queste una conversione per il ripristino naturalistico.

Per questo motivo il MdG sostiene l’interpellanza della consigliera lombarda Patrizia Baffi, perché sia solo ed esclusivamente Regione Lombardia a decidere i limiti da non superare riguardo il nuovo piano energetico regionale su suolo agricolo di impianti fotovoltaici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *