Lombardia, autismo: le promesse ‘disattese’ del Presidente Fontana

Durante la candidatura a Governatore della Lombardia, l’attuale Presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana aveva fatto alcune promesse a quelle che erano le preoccupazioni di Angsa Lombardia ONLUS -e di altre associazioni- relativamente alla presa in carico in ottica di “progetto di vita” e dare la completa attuazione dell’ art. 54 della l.r. 15/2016 al fine di realizzare tutti gli interventi necessari per rendere la vita delle persone con autismo più semplice e dignitosa, incluse le famiglie.

Il risultato dopo quasi 2 anni dall’inizio del mandato del Presidente Fontana, è che all’alba del 2020 l’attuazione dell’art. 54 della l.r. 15/2016 non è mai stata presa nemmeno in considerazione e recentemente sono perfino stati tagliati i sostegni economici relativi alla misura b1 a danno degli alunni con disabilità grave.

Una situazione grave che vede impegnate diverse forze politiche: una mozione del Pd che sarà discussa in aula il 14 gennaio 2020 e le critiche del M5S, ma ci sono anche appelli di famiglie e associazioni sulla misura B1. Insomma Presidente Fontana, queste promesse le vogliamo mantenere oppure erano solo delle false promesse solo per farsi eleggere Governatore di Regione Lombardia?

Partecipa alla discussione

  • pierluigi

    da fontana non me lo sarei mai aspettato ,dimostra la sua scarsa sensibilità per i disabili di una regione che si ritiene una delle più vicine ai bisogni delle persone .complimenti il mio voto se lo può scordare alle prossime elezioni .auguri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *