Treno in stazione e pendolari

Indagine di Altroconsumo: Treni da e per Milano in grave ritardo


https://www.ispeech.org

Gravi ritardi, corse soppresse e disagi. È il bilancio dei pendolari da e per Milano rilevato dall'indagine di Altroconsumo, che ha monitorato 1290 treni in quattro stazioni. Lo scenario descritto dall'inchiesta dell'associazione è peggiore di quanto emerso da un'analisi simile nel 2015 (con il 5% in più di treni in ritardo).

L'indagine ha preso in considerazione come campioni i treni locali delle stazioni di Milano, Roma e Napoli, sottolineando una situazione drammatica.

Ho perso 14.400 ore di vita in 15 anni di ritardi di Trenord.

È quanto detto da una pendolare sulla linea Carnate -Milano, sentita per l’indagine.

Insieme a Napoli, Milano registra la situazione più grave: i treni con ritardi superiori a 10 minuti sono il 1/4, ma i risultati devono tenere conto anche dell'aumento dei pendolari, avvenuto soprattutto in Lombardia.

La Lombardia non va bene, ma è anche l'unica regione fra queste in cui c'è stato un aumento di pendolari (già tanti) -da 650 mila al giorno nel 2011 a 735 mila nel 2017 (+13%) -e che non ha ridotto le tratte (almeno, tra 2010 e 2017).

Dice Altroconsumo.

Il caso Trenord è esemplificativo nella carenza cronica di puntualità di servizio: sette treni, tutti per Milano, erano sempre in ritardo ben oltre i 10 minuti.

Un altro treno, per il 60% del tempo dedicato all'inchiesta, non è mai arrivato: trattasi del Luino-Milano Garibaldi. Secondo quanto emerso dall'indagine, Altroconsumo ha incontrato Trenord e Regione Lombardia per segnalare le criticità riscontrate e nei prossimi mesi l’organizzazione di  consumatori -già vittoriosa di una class action contro Trenord per i disservizi emergenziali del dicembre 2012- seguirà il monitoraggio sull'efficienza del servizio chiedendo garanzie per gli utenti coinvolti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *