Facebook censura anche Rozhentsov, direttore di Sputnik Lettonia

Facebook fa politica?

Oltre ad aver bloccato il profilo Facebook della deputata italiana On. Paola Frassinetti (FdI), Facebook ha censurato anche quello del direttore di Sputnik Lettonia, Valentins Rozhentsovsicuramente per motivi diversi ma -a quanto pare- sempre connessi alla politica. A dare la notizia per prima è stata Sputnik Italia.

Il 17 gennaio il noto social network ha bloccato oltre 500 account collegati alla Russia: rimosse 364 pagine e account dei dipendenti dell’agenzia Sputnik, incluse 7 pagine di agenzie ufficiali nei paesi della CSI.

Il motivo sarebbe il loro coinvolgimento in attività inaffidabile e coordinata. Tra quelli eliminati anche il profilo personale di Rozhentsov, che ha immediatamente registrato un nuovo profilo con il medesimo nome e cognome, ma in caratteri latini.

Pare che tutto sia partito da una segnalazione riguardo la manifestazione del 9 febbraio tenutasi a Riga a sostegno del sindaco Neil Ushakov, trasmessa in diretta sul profilo Facebook di Rozhentsovs.

Facebook ha recentemente aperto il suo ufficio a Riga con uno staff di 150 persone, ancora in fase di reclutamento. Il compito di queste persone è il monitoraggio delle pubblicazioni nel social network da parte degli utenti dei Paesi Baltici. Penso che alcuni degli attuali dipendenti o richiedenti abbiano riferito sulla trasmissione, che è stata condotta dal mio nuovo account, e che ha portato alla sua chiusura

Così ha dichiarato Rozhentsovs.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *