Coronavirus, piano anticrisi in Lombardia: Fase 2 approssimativa?

Si parla di fase 2 e di ripartenza economica durante la pandemia da coronavirus e sono molti i progetti in ballo e le ordinanze di Regione Lombardia: addirittura il consiglio regionale ha appena approvato un piano anticrisi da ben 3 miliardi di euro. Roba forte… ma per quello che valgono, le mie umili previsioni non sono troppo buone.

Cosa si vuole fare esattamente? No, perché proprio stasera me lo sono chiesto… e l’unica a tentare a mettere delle pezze è Patrizia Baffi, consigliere regionale di Italia Viva.

Insomma, il Comune di Milano crea piste ciclabili riducendo parcheggi, senza però aver messo in conto una seria proposta per i negozianti. Non so, almeno per una trasformazione digitale, ad esempio. Ma è solo un esempio al volo…

Sarebbe bastato aggiungere al progetto un finanziamento a fondo perduto per tutti i negozianti su strada, al fine di trasferire l’attività online: non è una cosa semplice e immediata, me ne rendo conto, ma almeno la riduzione dei parcheggi sarebbe stata in parte giustificata e forse meno criticata.

Sono sempre più preoccupato di una politica locale troppo approssimativa. Non parlo di tutti ovviamente… ma ad esempio ci sono diversi partiti politici, da Fratelli d’Italia al Pd -per par condicio- che acclamano perfino allo smart working obbligatorio per tutte quelle aziende che possono lasciare i dipendenti lavorare in modo agile, da remoto.

Io sono completamente d’accordo ad una conversione totale, peccato sia anche necessario prevedere -ad esempio- la presenza per alcune famiglie più fragili di un intervento aggiuntivo: magari di un educatore a domicilio che si occupi dei figli, visto che la scuola riprenderà solo a settembre.

E i centri estivi? E le vacanze? Cosa faranno le aziende ad agosto per recuperare aprile?

Le vacanze si chiamano sabato e domenica e sono 111 giorni all’anno! Adesso aggiungeteci 50 giorni di lockdown e ditemi se sia economicamente possibile tenere chiuso ad agosto. (Cit. G.S.)

E dulcis in fundo, in Regione, Pd e 5s hanno perfino provato a sfiduciare l’Assessore Gallera, proprio il giorno di ripartenza della Lombardia e senza pensare minimamente a cosa avrebbero potuto causare se avessero vinto. Anche se, in realtà, sfiduciare qualcuno della maggioranza senza essere sicuri dei voti è veramente una perdita di tempo.

Insomma, sembra si facciano serie proposte, ma ancora troppo imprecise, e senza valutare tutto il contesto: di causa ed effettoazione e reazione.

Staremo a vedere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *