Bolognini diserta la Commissione, Soldani: ‘Evita confronto su misura B1, delibera conterrà trucchi’

Secondo alcune fonti della nostra redazione, l’Assessore Bolognini -che tutti attendevano per sapere qualcosa sulla nuova delibera riguardante la misura B1 e B2 a favore dei disabili gravissimi e gravi- ha disertato la Commissione perché ancora non conosceva l’importo preciso dei fondi. Situazione che poi si sarebbe sbloccata poco dopo la conclusione della riunione -guarda caso.

A riguardo è intervenuto proprio l’Assessore Bolognini.

Non c’è nessuna volontà di scappare o perdere tempo, la delibera arriverà.

Ma intanto le famiglie attendono con preoccupazione e con tutta l’ansia causata proprio dal taglio che si trascina oramai da due mesi. E solo con una nota la segreteria dell’Assessore Bolognini ha gelato tutti poco prima dell’inizio del tavolo in Regione Lombardia.

Si comunica che la trattazione del relativo punto all’ordine del giorno dell’odierna seduta di Commissione sarà rinviato a data che verrà in seguito comunicata.

Oltre alle varie associazioni, in proposito è intervenuto il Movimento dei Genitori.

Solo chiacchiere: è così complicato fare un paio di correzioni alla delibera del 23 dicembre 2019 a firma di Attilio Fontana? No che non lo è: l’importo sarà sicuramente ripristinato, ma ci saranno delle condizioni di accesso alla misura B1 -o altri trucchi- che andranno ancora una volta a discriminare i bambini con disabilità gravissima solo perché vanno a scuola o ad un servizio educativo.

Queste le parole di Davide Soldani, coordinatore del MdG di Milano che punta il dito sulla evidente strategia di Bolognini di non discutere nuovamente la nuova delibera con famiglie, associazioni e gli altri partiti di minoranza, negando quindi il confronto proprio sulla misura B1 e B2 –come già accaduto a dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *