Press "Enter" to skip to content

Baby pusher cinesi spacciano shaboo: arrestati un 14enne e un 16enne con 370 dosi

Shaboo: altro sequestro a Milano della potente droga sintetica -simile alla metanfetamina i cui effetti sono devastanti- popolare tra le comunità filippine e cinesi della città. Ma gli spacciatori, stavolta, sono giovanissimi. Hanno 14 e 16 anni: i baby pusher cinesi con regolare permesso di soggiorno, sono stati fermati nel pomeriggio di martedì 15 gennaio, dalla polizia locale.

Nel tardo pomeriggio erano nel piazzale di fronte al Cimitero Monumentale, quando i ‘ghisa’ si sono avvicinati dopo aver notato uno scambio di denaro tra i due, ed un uomo in bicicletta che al momento dell’intervento si è allontanato. Ai due spacciatori minorenni sono stati trovati quasi 37 grammi di shaboo, l’equivalente di 370 dosi per un valore complessivo di oltre 4 mila euro.

Il 16enne ne aveva addosso 1,22 grammi, mentre nel marsupio del 14enne sono state trovate due buste contenenti 32,7 grammi, e in un’altra tasca altri 2,89 grammi. Oltre a 280 euro in contanti e un bilancino di precisione. In casa del 14enne, in zona Affori, sono state recuperate, nascoste in un libro nella sua stanza, numerose bustine trasparenti per il confezionamento della sostanza stupefacente -denominata la metanfetamina di chinatown- e altri 320 euro in contanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.