Press "Enter" to skip to content

Angsa Lombardia a Conte: ‘Per autismo serve sostegno domiciliare’

Un padre di un ragazzo autistico e socio di Angsa Lombardia ONLUS scrive una lettera a Giuseppe Conte in cui evidenzia la grave situazione che si è determinata per le famiglie di persone autistiche a seguito dell’epidemia Covid-19, con particolare riferimento alla Lombardia e alla sospensione delle attività scolastiche.

Nel testo della lettera si evidenziano i gravi problemi legati alla didattica che una chiusura così prolungata delle scuole potrà procurare.

Se, nel caso di ragazzi normalmente abili, le lezioni a distanza solo in parte compensano la chiusura delle scuole, lo stesso non si può dire nel caso di soggetti autistici che sono abituati alla loro routine e che, essendo l’uno diverso dall’altro, necessitano di percorsi personalizzati. Una personalizzazione che già a scuola è difficile assicurare per via del taglio progressivo delle ore di sostegno

Queste le parole del socio di Angsa Lombardia, Andrea Buragina, che in conclusione della lettera pubblicata su Avvenire, propone al Presidente Conte di lavorare sul sostegno domiciliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.